Avvertenza

Pericoli primaverili

La stagione del giardinaggio è arrivata e i bulbi sono pronti a emergere dalla terra per dare colore ai nostri giardini tuttavia bisogna fare attenzione ai pericoli che questi magnifici fiori possono nascondere. A seguire una lista delle piante più frequenti e dei possibili pericoli associati.

giardinaggio

Tulipani e giacinti
I tulipani contengono lattoni allergenici, mentre i giacinti contengono simili alcaloidi. Il principio tossico di queste piante è molto concentrato nel bulbo rispetto alle foglie e ai fiori.
Nel caso il bulbo venisse masticato o ingerito può causare infiammazione della bocca e dell’esofago. Segni tipici includono salivazione profusa, vomito e diarrea in base al quantitativo ingerito. In caso di ingestione in grandi quantità è possibile osservare sintomi severi come aumento della frequenza cardiaca e alterazioni della respirazione.

giardinaggio

Narcisi
Questi fiori contengono licorina, un alcaloide con potenti proprietà emetiche, ovvero in grado di indurre il vomito.
L’ingestione di bulbo, fiori o foglie può causare vomito, diarrea, dolore addominale così come aritmie cardiache e depressione respiratoria. Nello strato esterno del bulbo sono contenuti cristalli simili a quelli dei giacinti che causano severa irritazione tissutale e scialorrea secondaria.

Gigli
In natura vi sono gigli tossici e altri che non lo sono affatto; lo spatafillo o giglio della pace, il giglio peruviano e il giglio calla contengono cristalli di ossalato che causano sintomi minori quali infiammazione di bocca, lingua, faringe ed esofago che determina scialorrea. I gigli tossici e potenzialmente mortali sono Tiger, Day, Asiatic, Ester e Japanese Show estremamente pericolosi per il gatto!
L’ingestione di anche solo 2-3 petali o foglie può causare grave insufficienza renale. Se avete il sospetto che il vostro gatto abbia ingerito anche solo una parte della pianta recatevi immediatamente dal veterinario.

giardinaggio

Crocus
Vi sono due tipi di crocus una che fiorisce in primavera (Crocus) e una che fiorisce in autunno (Colchicum autumnale).
L’ingestione della prima pianta può causare sintomi gastrointestinali e intossicazione di lieve entità; al contrario il crocus autumnale appartiene alla famiglia dei gigli e contiene colchina, sostanza altamente tossica capace di causare vomito, diarrea, sanguinamento, danno epatico, renale e insufficienza respiratoria. I sintomi possono insorgere anche a distanza di alcuni giorni.

giardinaggio

Mughetto
Questo fiore contine glicosidi cardioattivi in grado di determinare sintomi simili a quelli della digitale che includono vomito, diarrea, crollo della frequenza cardiaca, aritmie cardiache severe e convulsioni.

Write us if you need us, for info
or to request an appointment



#