Info mediche

Toxoplasmosi

La toxoplasmosi è una malattia infettiva causata da Toxoplasma gondii, un piccolo parassita del genere protozoa.
Il Toxoplasma sopravvive per lunghi periodi all’interno di vari animali tra cui tutti i mammiferi, uomo compreso, e i volatili, che fungono da veicolo del parassita, mentre il gatto è l’unico ospite definitivo, cioè l’unico ospite in cui i parassiti si riproducono.

Il gatto può infettarsi quando si nutre di roditori, uccelli o altri piccoli animali durante l’attività venatoria. Per questo motivo gli animali randagi e quelli abituati a vivere all’esterno sono più soggetti a contrarre la malattia.

Dopo una fase di attiva replicazione del parassita all’interno dell’intestino, durante la quale il gatto può essere sintomatico e risultare infettante per l’uomo e altri animali con l’eliminazione di Toxoplasma con le feci, il sistema immunitario argina l’infezione con lo sviluppo di uova (le oocisti) all’interno del tessuto nervoso, muscolare e viscerale del gatto.
I gatti possono essere infetti senza sviluppare la malattia. La toxoplasmosi è prevalentemente asintomatica e i sintomi possono essere confusi con altre patologie (febbre, inappetenza, dimagrimento).

La malattia ha sempre esito favorevole, diventa pericolosa solo se associata ad altre affezioni (FIV o FeLV) perché ne aggrava di molto i sintomi.

Le persone possono contrarre questa infezione in due modi: ingerendo il parassita stesso eliminato con le feci da gatti con infezione attiva (consumando verdure lavate male, raccolte dove il gatto ha defecato o tramite la manipolazione della lettiera) oppure mangiando carni poco cotte di animali infettati.

Nell’uomo la toxoplasmosi non dà sintomi o comunque molto lievi che portano allo sviluppo di anticorpi protettivi.

L’INFEZIONE È PERICOLOSA SE CONTRATTA DURANTE LA GRAVIDANZA
Se una donna incinta sieronegativa (che non ha mai avuto contatto con il parassita) viene infettata, può trasmettere il toxoplasma al feto (nel 30-50% dei casi) e può causare aborto; in queso caso bisognerà adottare alcuni accorgimenti e regole igieniche per evitare di venire a contatto con il parassita.
Se sieropositive saranno protette avendo già sviluppato gli anticorpi necessari per prevenire l’infezione.

Scrivici per necessità, per info o per richiedere un appuntamento

Accettiamo pagamenti rateizzati
facebook TAH instagram TAH linkedin TAH